A scuola di Judo

Il Go-kyō-no-waza

Il Go-kyō-no-waza (五教の技, le tecniche dei cinque gruppi) è il principale metodo di insegnamento delle tecniche classiche del jūdō.

Creato dal Prof. Jigorō Kanō pochi anni dopo la fondazione del Kōdōkan, è stato successivamente perfezionato fino all'ottenimento dell'attuale sistema, risalente al 1920.

Tale metodo si basa sulla classificazione delle 40 principali nage-waza (tecniche di proiezione) in cinque gruppi di difficoltà crescente sia per complessità esecutiva che per i principî esplicitati.

In Italia, come in molte altre nazioni, il gokyō è parte fondamentale degli esami di graduazione da 5° a 1º kyū e la sua completa conoscenza è indispensabile per qualunque jūdōka, infatti il Prof. Kanō selezionò (principalmente ma non esclusivamente) dal jū-jutsu della Kitō ryū quelle tecniche che meglio rispondevano ai suoi criteri educativi e che non presentavano pericoli per i praticanti.

L'insieme del go-kyō-no-waza (revisione del 1920), habukareta-waza e shinmeishō-no-waza, costituisce la lista dei 67 nage-waza ufficiali, riconosciuti dal Kōdōkan e dall'IJF. Tali tecniche non costituiscono più una progressione didattica ma una Classificazione, suddivisa secondo gli stessi principi biomeccanici presenti nel Nage-no-kata:

  1. te-waza,
  2. koshi-waza,
  3. ashi-waza,
  4. ma-mae-sutemi-waza,
  5. yoko-sutemi-waza.

Editoria didattica per arti marziali "Budo Books" Associazione www.budobooks.it

Illustrazioni Francesco Dessi - Tutti i diritti riservati